Cosa mangiare a cena

Cenare o non cenare, questo è il dilemma! Nel dubbio…zuppa!

Sicuramente conoscerai persone con abitudini diversissime. Chi mangia tre pasti completi, chi mangia una volta al giorno il pomeriggio, chi fa il digiuno intermittente, chi mangia 5 o 6 volte al giorno. Insomma, chi ha ragione? Chi lo sa! Ma dobbiamo partire dal presupposto che siamo tutti diversi e che quello che va bene a me non va bene a te e viceversa.  

Un proverbio arabo recita “A colazione mangia quanto vuoi, il pranzo dividilo con un amico e la cena lasciala al tuo nemico.” 

Coloro che mangiano poco la sera stanno meglio, migliorano la digestione, si svegliano al mattino con più energia.

Sembrerebbe la scoperta dell’acqua calda, eppure non è un’abitudine così diffusa perché apparentemente implica delle rinunce a livello sociale (“e se poi non mi invitano più a cena?”) o si corre il rischio di arrivare a letto troppo affamati con conseguente insonnia.

Basta attenersi a qualche regola semplice senza fare rinunce drastiche:

  • Mangia almeno tre ore prima di andare a dormire. In questo modo avrai tutto il tempo per digerire. A me piace molto bere una tisana poco prima di andare a letto, ma in estate puoi sostituirla con acqua a temperatura ambiente o con un infuso freddo (senza zucchero).
  • Non consumare dolci dopo cena (diciamo dopo le 17).
  • Consigli per chi cena fuori : limita il vino e, se il dessert è proprio invitante, chiedi di portarlo a casa. Puoi mangiarlo per colazione.
  • Cena con una zuppa. Le zuppe sono una parte importante dell’alimentazione e ogni cultura ha le proprie. Aiutano a mantenere forte il sistema digestivo e possono essere fatte con grani e legumi, può essere un brodo con verdure, una vellutata di verdure e legumi, una pasta e legumi della nostra tradizione. Le varianti sono tantissime e possiamo attingere a diverse culture cambiando zuppa ogni giorno, alla faccia della monotonia.

Sarebbe buona norma consumare una zuppa almeno una volta al giorno, quindi non necessariamente la sera. Regolati a seconda del tuo programma giornaliero. Se sai di avere un invito a cena, mangia la zuppa a pranzo. 

  • Un’altra buona abitudine, mutuata dalla macrobiotica, è quella di preparare lo stomaco al pasto bevendo una zuppa di miso calda (anche solo una ciotola) come antipasto, sia a pranzo che a cena. E’ buonissima e, se non hai il miso, puoi fare semplicemente un brodo di verdure biologiche magari aggiungendo un cucchiaino di salsa di soia al posto del sale.

 

Questi sono solo dei consigli che puoi provare e adattare, se ti piacciono, al tuo stile di vita senza intransigenza. Piccoli cambiamenti talvolta portano grandi miglioramenti.

Sii accogliente e amorevole con te stesso e buona zuppa a tutti!

 

Scopri il primo corso di Vegromage