Fichi Fichissimi

Francesca ama moltissimo i fichi in tutte le declinazioni. Io no. Non tanto per il sapore, quanto per la consistenza. Ma ho imparato ad apprezzarli, con il tempo, anche grazie al fatto che si possono davvero declinare in molti modi.

Quando consumare i fichi?

Agosto e settembre sono i due mesi dove possiamo consumare fichi a rotta di collo. Sono di stagione e durante il resto dell’anno li trovate sotto forma di fichi secchi (a proposito: nel nostro Corso sui vegromage trovate una bellissima ricetta per fare un vegromage con i fichi secchi).

I fichi esplodono ad agosto, ma anche a settembre. Questi sono i mesi che ci traghettano verso l’autunno. E l’autunno è il periodo ideale per disintossicarci in previsione dell’inverno. Non è un caso, quindi, che troviamo frutta e verdura adatte a questo scopo.

I fichi aiutano il nostro organismo a stare meglio

Ricchi di vitamine e sali minerali (potassio, calcio, vitamina A) aiutano a prevenire infiammazioni interne e supportano il benessere di ossa, denti, pelle. Grazie alle fibre e ai loro semini, che lavorano “meccanicamente”, aiutano il transito intestinale, e quindi l’eliminazione di tossine. Contengono omega 3 e omega 6 quindi ottimi per la salute cardio -vascolare. 

Il buon contenuto di zuccheri li fa essere perfetti per una colazione sprint uniti a una buona proteina come del tofu o hemp-fu (guarda la ricetta per preparalo a casa) e un grasso buono come qualche noce/mandorla o avocado. Ma anche un ottimo spuntino/merendina!

I fichi sono calorici?

Potrebbe ingannare il fatto che sono ritenuti ingiustamente molto calorici. Non lo sono molto : 50 calorie per 100 grammi (confesso che non amo calcolare le calorie dei cibi, ma in questo caso è interessante vedere come certi alimenti siano perseguitati da falsi miti!). In realtà la versione “secca” è molto più calorica perché privata dell’acqua. Questo ha senso in natura perché d’inverno ci occorrono più calorie e teoricamente è più difficile procacciare cibo a causa del freddo. Il fatto di avere a disposizione qualunque alimento in qualunque periodo dell’anno ci ha fatto un po’ perdere di vista il senso della stagionalità.

Conclusione

Dette tutte queste cose meravigliose sui fichi, dobbiamo anche dire che si conservano davvero poco in frigo soprattutto se sono maturi, quindi approfittiamone e prepariamo delle belle ricette, dall’antipasto al dolce, in cui i fichi sono protagonisti o in cui concorrono a creare una sinfonia di sapori.

Faccio qualche esempio : freschi a colazione o per uno spuntino, a pranzo in una insalata variopinta (scopri la ricetta dell’insalata con i fichi), sotto forma di marmellata, su una crostata o in qualche dolce, ma anche in abbinamento a un aceto balsamico o a qualcosa di salato. La famosa “pizza e fichi” romana vi dice qualcosa?

Insomma, alla luce di tutto ciò questi benedetti fichi non sono solo fichi…sono fichissimi!

Scopri il primo corso di Vegromage